Un po’ in ritardo, anche per scusarmi per la mancata uscita di domani, ecco a voi la nuova puntata di The Week Hot News. Vediamo brevemente che è successo.

Apple è pronta a investire 4.2 miliardi fino al 2022 in programmi TV creati da lei!

È da poco, infatti, che sono terminate le serie TV di Apple. Planet Of The App e Carpool Karaoke. Ora Apple torna all’attacco e vuole investire in contenuti. Questo è un modo per farci capire che in futuro i big informatici punteranno su contenuti esclusivi. Questo è il valore aggiunto che può importare. Almeno, questo è quello che appare da un Report di Gene Master.

Aggiornamento Pokémon Go. Miglioramenti vari e compatibilità con iPhone X.

Qui non aggiungerò molto, ma per i fanatici sappiate solo che ci sono aggiornamenti per Pokèmon Go (ah esiste ancora? Non era morto l’anno scorso?). Adesso non supporta più iOS 8, risolti alcuni bug e miglioramenti vari.

Al Black Friday ottime vendite per iPhone!

Questo è un dato pazzesco, nel Black Friday, secondo gli analisti di Rosenblatt, Apple ha venduto 15 milioni di iPhone nel BlackFriday e nel fine settimana adiacente. In questi 15 milioni, 6 milioni sono iPhone X anche se, in realtà, in Apple non c8erano sconti speciali a riguardo. iPhone X 256 GB è stato il più venduto in confronto al 64 GB. In totale nel periodo natalizio dovrebbero essere venduti 30 milioni di iPhone X, in generale 80 milioni di iPhone nel mondo.

Apple accusa Qualcomm per la violazione di brevetti!

Fino ad ora, Qualcomm ha segnalato al tribunale che Apple stava violamdo alcuni brevetti. C’e un problema però. Se fino ad ora Apple era stata sulla difesa, ora pure lei sta attaccando e ha accusato Qualcomm della violazione di alcuni brevetti utilizzati su Google Pixel per il processore. In pratica riguarda la gestione dell’energia. Alcuni dicono che Apple voleva sorpassarci ma, si sono verificate le condizioni per cui è interessante capire cosa il giudice dirà. Adesso, siamo arrivati al punto in cui tutte e due sono nella stessa situazione. Che succederà ora?

WhatsApp Down il 30/11/2017. Alcuni non hanno potuto usare l’app per diverso tempo.

Come dicevamo prima, sembra che, a causa di un problema non meglio segnalato, WhatsApp sia andato offline. Tutto è iniziato a tornare online alle 20:30. Durante tutto questo, come al solito, ha iniziato a diventare virale l’hastag #whatsappdown. Qualcuno di voi l’ha usato?

Per finire, ricordiamo a tutti che Telegram è molto meglio di WhatsApp. Pensateci prima di usare WhatsApp.

Apple fa partire la ricerca sulle malattie cardiache, molto bene!

Apple, come sempre ormai, tiene alla salute dei suoi utenti e clienti. Per questo, Apple ha lanciato una ricerca per le malattie cardiache. Infatti, con la “Apple Heart Study” in collaborazione con Stanford Health, Apple studierà il battito e, se riscomtrerà un battito strano, verrà segnalato tramite notifica Push. In più, ricordiamo che questo test sarà disponibile con una App solo negli Stati Uniti per gli utenti che hanno più di 22 anni e hanno un Apple Watch. Chissà che in un futuro venga esteso a tutti gli utenti con Apple Watch in generale.

Pubblicato da Matteo S.

Matteo è un informatico, lui ama tutte le cose informatiche. Matteo è il Founder e CEO di iTechBlog. Fa una scuola di Cinema e Comunicazione. È fondatore del Gruppo Telegram e a lui piace tanto aiutare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le seguenti regole devono essere lette e accettate per inviare il commento, in accordo con il Regolamento Europeo 679/2016.
Per noi la tua privacy è importante. Questa form (“Campi di testo”) raccoglie il tuo nome, indirizzo mail, dominio del sito web (se fornito) e il contenuto del commento cosicché possiamo tenere traccia dei commenti inserito nel sito web. Per maggiori informazioni, controlla la nostra privacy policy dove otterrai maggiori informazioni su dove, come e perchè memorizziamo i tuoi dati. Ti informiamo che, pubblicando il commento accetti inoltre il Regolamento dei Commenti di iTechBlog (“Il Regolamento”), che disciplina il comportamento da tenere nei commenti. iTechBlog è libera di approvare o non approvare i commenti pubblicati o in attesa di pubblicazione sul sito per qualsivoglia motivo senza preavviso e con insindacabile giudizio di iTechBlog. Il Regolamento potrebbe essere tradotto in diverse lingue per comodità, tuttavia in caso di controversie, farà fede esclusivamente la versione italiana.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.